implicazioni

Il posto è un rifugio,

bambina correvo con la testa alle spalle e

l’orecchio teso a cercare il mio nome.

Conferme necessitate,

trovate sul fondo di una birra.

Siamo dentro lo stesso cotone,

quando non ci aggrappiamo braccia contro ventre

coi polmoni nei bicipiti

e la fame d’aria mia,

siamo angoli piatti, mezze realtà.

Continuo a cercare senza trovarti, invano.

E sei dentro quella stessa maglietta

alle spalle ma devo sforzarmi di sentire le mani.

Per quanto tu possa fuggire mi trascini,

anche con la testa girata,

tu che vedi la mèta e io che scorgo l’arrivo.

Sei sempre tu a tagliare il nastro,

quando vestirai inamidata la camicia

io

finalmente distante

correrò verso il rifugio.

Il mio posto sei tu,

ma devo avere le chiavi di casa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s